domenica 2 ottobre 2011

Pasta Pot di Alessi


Premiata a luglio durante la XXII edizione del Compasso d’Oro, la pentola Pasta Pot è stata disegnata dal designer Patrick Jouin e prodotta dall’Alessi. Due firme inconfondibili, una pentola che è quasi un peccato usare.





Patrick Jouin nasce a Nantes, in Francia, nel 1967. Il suo curriculum è ricco di collaborazioni di prestigio, dallo Studio Philip Starck, a Cassina, Renault, Kartell, solo per citarne alcuni. Nel 2003 gli viene assegnato il premio designer dell’anno, niente male, vero? Ma passiamo a presentare la pentola … nasce dalla collaborazione di Patrick Jouin con Alain Ducasse, chef francese di fama internazionale, pluripremiato. Pasta Pot rivede il processo di cottura e di presentazione della pasta. La pentola è stata pensata per cuocere la pasta risottata, la si fa soffrigere e un po’ per volta si aggiunge il brodo o l’acqua, coprendo con il coperchio. Il vantaggio è quello di avere sporcato solo una pentola, ma il sapore della pasta è completamente diverso! Inoltre il coperchio si trasforma in sottopentola, così potremo portarla direttamente a tavola. La pentola è in acciaio, mentre il cucchiaio e il coperchio sono in melamminico, la forma del manico permette di evitare l’uso di altri utensili per poggiare il cucchiaio durante le operazioni di cottura. Evitare sprechi di spazi e di passaggi, il design è anche questo.