giovedì 15 dicembre 2011

io non conosco la virtù dei forti


Io non conosco la virtù dei forti, io non so far sbollire la rabbia e conservarne l’ardore, ho dei limiti alti km. Eppure non so darmi per vinta, non so fermarmi davanti a una sconfitta, non so cosa sia l’arrendersi. Conservo un ricordo dolcissimo e fresco di innumerevoli abbracci disinteressati, di baci su lacrime cadute copiosamente e foto scattate in momenti imbarazzanti.





Tutto questo mi rende forte e debole insieme, mi rende felice d’essere e malinconica per l’essere diversa. Alle volte credo di aver capito il senso e poi di nuovo mi ritrovo a cercarlo nei cassetti dell’armadio … sono perdutamente innamorata della vita, in tutte le sue forme, e della cucina, con tutti i dolori. Cosa curiosa quanto si somiglino (la vita e la cucina,intendo), riprovi la stessa ricetta fino a che non è perfetta e poi un ingrediente cascato per sbaglio nella terrina ti apre orizzonti nuovi e inesplorati. Agli ingredienti nuovi … cin cin.