lunedì 9 luglio 2012

Anno zero


Alcuni giorni hanno il sapore dell’anno zero. Ti svegli e sai che certe cose cambieranno da lì ad un attimo. Qualcosa sta mutando. Magari si sta anni su alcune posizioni a calibrare il “da farsi”, poi si agisce.





Pare che capiti quando si diventa grandi, cinicamente credo che succeda quando ci si stufi dei giochetti. Quando si scoprono le carte, le si mette sul tavolo e ci si dice “vediamo senza tattiche chi è + bravo”.
Oggi è il mio anno zero.
Zero è gran bel numero. Basta a sé stesso, è completo anche se non comprende alcun elemento. Non è un numero solitario, assume significato solo se in compagnia di altri. E domani sarò già ad uno…

p.s. nella foto delle amarene raccolte qualche settimana fa…