sabato 19 aprile 2014

Mingling Food

Come inserire in una scuola per Geometri un corso di Food Design? beh si può...ecco come. Una delle mie citazioni preferite è quella di W. Gropius "dal cucchiaio alla città"...il progetto e il controllo tecnico è da applicare a tutte le forme e agli oggetti (tutto viene progettato prima d'essere costruito)...anche il cibo. Non saprei dirvi se mi sono fatta trascinare, oppure abbia trascinato io, nell'organizzazione del corso di 4 lezioni, certo è che mi sono fatta prendere la mano e mi sono divertita non poco; è stata un'esperienza emotivamente coinvolgente ancor prima che didatticamente entusiasmante. L'evento di chiusura del corso  si è tenuto il 12 aprile presso l'Istituto Superiore d'Istruzione Leon Battista Alberti, dove ho insegnato per qualche mese.









4 lezioni con 4 temi: food e i luoghi del consumo, food e i sensi, food e l'arte, infine food e design. Il percorso didattico necessitava di un evento che raccontasse uno degli aspetti più immediati del Food Design: l'allestimento. Abbiamo approfittato della mostra fotografica di Massimo Maselli che stava per chiudersi negli stessi spazi della scuola e abbiamo fuso, non solo i tempi, ma anche i titoli e gli intenti dei progetti. 
Mi spiego meglio, la mostra aveva come titolo Mingling of Civilization (commistione di culture) ed erano ritratti visi di nazionalità e rimandi etnici di diverse culture...ebbene abbiamo allestito (come si vede dalle foto) uno spazio che connettesse spazi e abitudini diverse su un unica tavola alla maniera del Food Design, presentando 22 piatti provenienti da tutti i paesi del mondo e preparati dagli stessi studenti della scuola.
Abbiamo scelto anche un claim "cucinare è come amare" ed è stato tradotto in tutte le lingue delle nazionalità degli studenti della scuola.
Pare che la cosa abbia riscosso successo...e io vi DEVO ringraziare per la grandiosa possibilità che è stata data di esprimermi. Grazie a chi ha creduto in me, a chi ha voluto il progetto, alla preside e ai colleghi, ma soprattutto grazie ai ragazzi...ancora una volta credo di aver preso più di quanto abbia lasciato.