domenica 3 dicembre 2017

ero spugna e non sapevo di essere felice

una volta ero spugna. assorbivo, catturavo, prendevo e portavo con me.

ero spugna a un bancone del bar. bevevo la qualunque.

ero spugna, ripulivo la mia coscienza senza accorgermi degli strascichi che lasciavo.

darei non so cosa per tornare a abitare il mare e essere sponge per una vita ancora, perchè so che una sola sera non basterebbe.